Image default
Cani Gatti Salute

Oltre il vaccino: che cos’è la titolazione anticorpale?

La titolazione anticorpale rabbia è un argomento che ha suscitato interesse nel mondo cinofilo. Questa pratica apre infatti nuovi orizzonti nella gestione della salute dei nostri amici a quattro zampe. In questo articolo esploriamo la titolazione anticorpale e se può rappresentare un’alternativa valida alla normale vaccinazione. 

 

Cos’è la titolazione anticorpale e come funziona 

La titolazione anticorpale è un test che misura la quantità di anticorpi specifici contro un particolare agente patogeno presenti nel sangue dell’animale. Dopo aver estratto un campione di sangue, come in un normale esame, lo stesso viene inviato in un centro apposito che comunicherà i relativi risultati con un tempo di risposta medio di circa 15 giorni.  

La misura dei livelli (titolo) degli anticorpi consente quindi di valutare la corretta funzionalità del sistema immunitario e di discriminare tra l’immunità risultante dall’esposizione o da una vaccinazione verso un determinato patogeno. 

Esaminando unicamente gli anticorpi, la titolazione anticorpale offre un’analisi parziale dell’immunità complessiva.

 Vantaggi e limiti della titolazione anticorpale rabbia 

La titolazione anticorpale nei cani offre una serie di vantaggi significativi, rivoluzionando l’approccio alla protezione immunitaria in confronto ai tradizionali programmi vaccinali. 

  • Evitare dosaggi eccessivi: negli ultimi anni ci sono stati studi che hanno evidenziato la pericolosità e i danni di un eccessivo programma vaccinale negli animali. Poiché alcuni di loro possono mantenere una copertura immunitaria sufficiente per lunghi periodi, la titolazione anticorpale può aiutare a evitare somministrazioni non necessarie, riducendo il rischio di effetti collaterali. 
  • Personalizzazione della protezione: la titolazione anticorpale consente di valutare in modo specifico il livello di anticorpi presenti nel sangue dell’animale, offrendo un’immagine personalizzata della sua capacità di difendersi contro malattie come la rabbia. 
  • Conferma del vaccino: la titolazione anticorpale può essere utile per valutare la risposta immunitaria dell’animale dopo un vaccino, come ad esempio quello contro la rabbia. Può essere particolarmente utile per quelli più anziani o con condizioni di salute specifiche 

Tuttavia, pur essendo molto utile, questo esame presenta comunque dei limiti che vanno considerati. 

  • Variabilità degli standard: attualmente, non esiste un consenso universale sugli standard di titolazione anticorpale. I livelli considerati accettabili possono variare tra laboratori e professionisti, rendendo la standardizzazione un aspetto critico da affrontare. 
  • Non copre tutto lo spettro immunitario: la titolazione anticorpale misura solo una parte dell’immunità, concentrandosi sugli anticorpi. Altri componenti del sistema immunitario, come le cellule T, potrebbero essere altrettanto importanti per la protezione contro alcune malattie. 
  • Non applicabile a tutte le malattie: mentre la titolazione anticorpale è particolarmente utile per certe malattie, potrebbe non essere altrettanto applicabile per altre. Alcuni patogeni potrebbero richiedere un approccio diverso per valutare l’efficacia della vaccinazione. 

 

Può davvero sostituire la vaccinazione antirabbica? 

Nonostante la titolazione anticorpale rabbia possa fornire informazioni sulla presenza di anticorpi nel sangue, non è considerata una sostituzione diretta del vaccino contro la rabbia. La presenza di anticorpi non garantisce necessariamente un’immunità completa e duratura. 

Essa, infatti, può variare da animale a animale e dipende da diversi fattori, tra cui la salute generale, l’età e il suo stile di vita. 

La protezione dell’animale contro la rabbia richiede un approccio sicuro che includa il vaccino e, se richiesta dal Paese in cui si è diretti, la titolazione anticorpale che ne confermi l’effetto.

 

Un approccio bilanciato alla protezione 

Pur non potendo sostituire il vaccino antirabbico, la titolazione anticorpale è un’opzione promettente per migliorare la prevenzione delle malattie negli animali domestici. La sua capacità di offrire una protezione mirata e ridurre il rischio di sovradosaggio lo rende un aspetto significativo nell’evoluzione delle pratiche vaccinali veterinarie. 

 

 

Guarda i nostri video 

Puoi trovare ulteriori informazioni nei video che abbiamo pubblicato sull’Academy: 

Articoli correlati

Combattiamo il caldo con il gelato per cani

Redazione

Quando l’asfalto brucia le zampe del cane

Redazione

Pulire le zampe del cane: impariamo come fare

Redazione
error: Content is protected !!