Image default
Benessere Benessere Cani Gatti In evidenza

Muta per cani e gatti: come comportarsi?

La muta è un fenomeno naturale, che coinvolge sia i cani sia i gatti, attraverso il quale questi perdono il loro vecchio pelo per far posto a quello nuovo. Il processo può essere influenzato da diversi fattori, tra cui la razza, l’età, la salute generale e persino i cambiamenti stagionali. Vediamo quindi più da vicino come avviene la muta nei nostri animali domestici. 

 

Muta nei cani: un segno di salute e vitalità 

La muta può variare considerevolmente da razza a razza: mentre alcuni cani mantengono un ciclo più costante durante tutto l’anno, altri invece mostrano un cambiamento più evidente con l’arrivo di certe stagioni. Questa variazione è influenzata poi dall’ambiente in cui vive il cane, la sua genetica e, in generale, il suo stato di salute. 

Le razze a pelo lungo tendono a manifestare una muta più vistosa, con ciuffi che cadono in grandi quantità. Al contrario, quelli a pelo corto possono mostrarne una meno evidente, ma ciò non significa che il processo non stia avvenendo. È importante quindi prestare attenzione ai segni della muta, indipendentemente dalla lunghezza del manto del cane. 

Durante questo periodo bisogna spazzolare regolarmente il proprio cane per rimuovere il pelo morto e prevenire la formazione di grovigli. Inoltre, un adeguato bagno con prodotti specifici può aiutare a ridurre la perdita di peli e la comparsa di problemi cutanei. 

Quando il pelo del cane è sporco non esitiamo ad andare dal toelettatore ed evitiamo di utilizzare rimedi come l’aceto che non detergono, ma al contrario possono irritare la cute del cane.

Muta nei gatti: un processo naturale di rigenerazione 

Anche i gatti attraversano il processo di muta per sostituire il manto vecchio con quello nuovo, ma a differenza dei cani non seguono necessariamente un ciclo stagionale. La loro perdita di pelo infatti può essere influenzata da diversi fattori, tra cui la temperatura ambiente e l’esposizione alla luce solare: i gatti domestici, ad esempio, vivendo spesso in ambienti climatizzati, possono non seguire un ciclo così marcato come quello dei loro cugini selvatici. 

Anche se i gatti sono noti per la loro abitudine nel leccarsi e nel curare il proprio pelo, è comunque normale osservare una certa quantità di pelo morto durante questo periodo e, se ingerito, questo può portare alla formazione di “boli”.  Una sovrabbondanza di questi può portare a problemi digestivi che rischiano di danneggiare seriamente la salute dei felini. 

Per aiutarli durante il periodo di muta è quindi consigliabile spazzolare regolarmente anche il loro manto, seppur con un pettine adatto.  

 

Consigli utili per i tuoi amici animali 

Vi sono poi alcune pratiche di cura specifiche che, indipendentemente se parliamo di un cane o un gatto, possono aiutare i nostri amici a quattro zampe durante questo processo naturale e mantenere il loro pelo in condizioni ottimali. 

Una dieta equilibrata e ricca di nutrienti è normalmente molto importante per la salute del proprio animale domestico, ma può influenzare in modo significativo anche il suo processo di muta. Assicuriamoci quindi che il nostro cane o gatto riceva un’alimentazione completa e bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, acidi grassi essenziali e vitamine.  

In alcuni casi anche l’uso di integratori alimentari specifici può rivelarsi utile per migliorare la salute del manto e della pelle dell’animale: quelli contenenti acidi grassi omega-3 e omega-6, biotina e vitamine possono favorire la crescita di un pelo sano e lucente. Tuttavia, bisogna ricordarsi di consultare sempre il proprio veterinario prima di somministrare qualsiasi integratore all’animale per avere la certezza che sia sicuro e appropriato per le sue necessità. 

Seguendo questi consigli e prestando attenzione alle esigenze del nostro animale domestico, possiamo contribuire a rendere il fenomeno della muta più confortevole e a mantenere in buone condizioni la sua salute generale. 

Articoli correlati

Stress da isolamento: aiuta il tuo cane a superarlo al meglio!

Redazione

Anche i cani fanno ginnastica in palestra

Redazione

Contro l’abbandono dei cani: insieme per sempre

Redazione
error: Content is protected !!